19 dicembre 2014 - Avv. Nicolò Marella

Categoria: Condominio

Chiaramente sì, soprattutto alla luce della nuova riforma del condominio.

L’amministratore, quale rappresentante della compagine condominiale, ha molteplici obblighi e doveri, miranti in generale a garantire la conservazione dei beni comuni.

A titolo esemplificativo egli deve:

1. convocare l'assemblea per l'approvazione del rendiconto annuale;

2. eseguire i provvedimenti giudiziari e amministrativi, nonché quanto stabilito dalle deliberazioni assembleari;

3. aprire un conto corrente bancario del condominio in modo tener separati il proprio patrimonio da quello della compagine;

4. gestire separatamente i fondi condominiali;

5. tutelare i crediti condominiali, anche riscuotendo con regolarità gli oneri;

6. indicare le proprie generalità e recapiti agli ingressi del condominio;

7. curare la tenuta del registro dei verbali delle assemblee, del registro di nomina e revoca dell'amministratore, del registro di contabilità e di quello di anagrafe condominiale;

8. mettere a disposizione tutta la documentazione afferente i dati contabili, fiscali, amministrativi e condominiali del caso.

Ebbene, qualora l’amministratore si caratterizzi per un’attività superficiale non rispettando anche uno degli obblighi anzidetti, potrà indubbiamente essere revocato ai sensi dell’art. 1129 c.c..


Altri risultati nella categoria Condominio

Condominio

Villette a schiera: c'è il condominio?

Corte di Cassazione, Sez. IV, 31 luglio 2014 n. 4043

Condominio

Abuso su area condominiale: il condomino può sanare?

Consiglio di Stato, Sez. IV, 25 settembre 2014 n. 4818

Condominio

Azione reale e legittimazione dell'amministratore

04 marzo 2015 - Avv. Nicolò Marella

Condominio

L'amministratore superficiale può essere revocato?

19 dicembre 2014 - Avv. Nicolò Marella

Condominio

All'assemblea possono partecipare estranei delegati da altri condomini?

19 dicembre 2014 - Avv. Nicolò Marella