Approfondimento dello Studio Legale

Categoria: Condominio

Se un condomino volesse installare una telecamera di videosorveglianza al di fuori della propria porta d'ingresso è tenuto ad esporre il cartello che avvisi della presenza del dispositivo?

La risposta è negativa in quanto, in questo caso, la videocamera viene utilizzata dal singolo condomino per scopi personali.

Per tale motivo non è sottoposta alla normativa a tutela della privacy che impone l'esposizione del cartello.

Diverso è il caso in cui sia l'intero Condominio a deliberare l'installazione della videocamera (risultando in tal caso applicabile l'art. 1122-ter c.c., a norma del quale l'installazione può essere deliberata dalla maggioranza dei partecipanti all'assemblea che rappresentino almeno la metà dei millesimi), risultando in questa evenienza necessario esporre il predetto cartello.

Il Garante della privacy ha avuto modo di precisare che la necessità di esporre il cartello sorge solo nel caso in cui le riprese siano effettuate dal Condominio per controllare le parti comuni e non nel caso in cui esse siano effettuate dai singoli condomini per scopi personali.

Va in ogni caso precisato che il condomino dovrà orientare l'occhio della telecamera in modo da riprendere esclusivamente lo spazio privato e/o quello direttamente antistante la soglia del proprio ingresso.


Altri risultati nella categoria Condominio

Condominio

Villette a schiera: c'è il condominio?

Corte di Cassazione, Sez. IV, 31 luglio 2014 n. 4043

Condominio

Abuso su area condominiale: il condomino può sanare?

Consiglio di Stato, Sez. IV, 25 settembre 2014 n. 4818

Condominio

Azione reale e legittimazione dell'amministratore

04 marzo 2015 - Avv. Nicolò Marella

Condominio

L'amministratore superficiale può essere revocato?

19 dicembre 2014 - Avv. Nicolò Marella

Condominio

All'assemblea possono partecipare estranei delegati da altri condomini?

19 dicembre 2014 - Avv. Nicolò Marella