Approfondimento dello Studio Legale

Categoria: Diritto civile

La coppia di fatto

La legge n. 76/2016, conosciuta anche come "Legge Cirinnà", prevede che la coppia di fatto è composta da: due persone maggiorenni, unite stabilmente da legami affettivi di coppia e di reciproca assistenza morale e materiale, non vincolate da rapporti di parentela, affinità o adozione, da matrimonio o da un'unione civile.

Per poter formalizzare il proprio legame divenendo conviventi di fatto, invece, occorre effettuare una specifica dichiarazione all'anagrafe comunale di residenza.

Diritti

In caso di reclusione, la coppia di fatto gode anzitutto dei medesimi diritti che spettano al coniuge nei casi previsti dall'ordinamento penitenziario.

In caso di malattia o ricovero, la coppia gode del diritto reciproco di visita, di assistenza e di accesso alle informazioni personali, così come previsto per i coniugi e per i familiari.

In caso di malattia grave o di morte, ciascun convivente può poi designare l'altro quale suo rappresentante, con poteri pieni o limitati, per le decisioni in materia di salute nel primo caso e per quanto riguarda la donazione di organi, le modalità di trattamento del corpo e le celebrazioni funerarie nel secondo.

Ma vi sono anche altri diritti, come quelli riguardanti la casa di comune convivenza, le graduatorie per l'assegnazione di alloggi di edilizia popolare, la prestazione di opera all'interno dell'impresa dell'altro convivente, la possibilità di essere nominato in alcuni casi tutore, curatore o amministratore di sostegno e il risarcimento del danno in caso di decesso del convivente di fatto derivante da fatto illecito di un terzo.


Altri risultati nella categoria Diritto civile