Legge 16 giugno 1939 n. 1111

Categoria: Locazione

La Legge n. 1111/1939 definisce “affittacamere” coloro che affittano camere ammobiliate senza limitazione nel numero delle camere e degli ospiti, prevedendo altresì che possono fornire alle persone alloggiate anche i pasti, il tutto compatibilmente con la residenza del proprietario all’interno dell’appartamento oggetto di locazione.

E’ doveroso specificare che l’affitto della camera non può sovrapporsi all’attività di bed&breakfast, peraltro disciplinata diversamente, per la ragione che l’art. 3 della L. n. 1111/1939 ha cura di precisare che gli affittacamere non possono fornire alloggio per un periodo inferiore ai sette giorni.

A ciò si aggiunga che le normative regionali possono prevedere ulteriori aspetti (tra le tante leggasi la L. R. Lombardia n. 15/2007).

Dal punto di vista della registrazione del contratto, la medesima sarà obbligatoria qualora l’affitto della camera avrà durata superiore ai trenta giorni.


Altri risultati nella categoria Locazione

Locazione

Locazione finita: il locatore può cambiare la serratura?

Corte di Cassazione, Sez. II, 1 settembre 2014 n. 18486

Locazione

Come posso affittare regolarmente una stanza?

Legge 16 giugno 1939 n. 1111