Corte di Cassazione, Sez. II, 8 luglio 2014 n. 15538

Categoria: Servitù

Incorre nel divieto di cui all’art. 1067, comma 1, c.c. (“il proprietario del fondo dominante non può fare innovazioni che rendano più gravosa la condizione del fondo servente) il proprietario del fondo dominante che effettui innalzamenti del livello del proprio immobile e determini una più facile, intensa e continua inspectio e prospectio sul fondo servente, attraverso un muro che, pur se invariato nell’altezza rispetto al cancello ed alla rete originari, abbia sostanzialmente modificato i luoghi per aver assunto una diversa configurazione e funzione.
Con questo principio i giudici del Palazzaccio tornano ad osservare che l’aggravamento dell’esercizio della servitù va verificato accertando se l’innovazione abbia alterato l’originario rapporto con il fondo servente e se il sacrificio sia diventato maggiore rispetto a quello precedente.


Altri risultati nella categoria Servitù

Servitù

Si può aumentare l'intensità della servitù?

Corte di Cassazione, Sez. II, 8 luglio 2014 n. 15538