T.A.R. Lazio 2020

Categoria: Abusi edilizi


Con la sentenza in rassegna il T.A.R. Lazio è tornato a statuire in materia di abusi edilizi e, più da vicino, in merito ad una sanatoria presentata ai sensi dell'art. 37 D.P.R. n. 380/2001, ovverosia per opere minori.

In questo contesto i giudici di Via Flaminia hanno precisato che non può ravvisarsi nella fattispecie di sanatoria di cui all'art. 37 un'ipotesi di silenzio significativo in termini di accoglimento, dal momento che l'art. 37 non solo non prevede esplicitamente un'ipotesi di silenzio significativo, a differenza dell'art. 36 del medesimo decreto, ma al contrario stabilisce che il procedimento si chiuda con un provvedimento espresso, con applicazione e relativa quantificazione della sanzione pecuniaria a cura del responsabile del procedimento.

Peraltro, aggiungono i giudici, in pendenza di sanatoria il comune si sarebbe dovuto astenere dall’esercizio del potere sanzionatorio, rinviando ogni determinazione all’esito del procedimento di sanatoria, peraltro da concludersi mediante l’adozione di un provvedimento espresso e motivato.


Altri risultati nella categoria Abusi edilizi

Abusi edilizi

Abuso edilizio: al proprietario non responsabile non può essere ordinata la demolizione

T.A.R. Lazio, Sezione Seconda Quater, 20 marzo 2020 n. 3542

Abusi edilizi

In pendenza di sanatoria non può essere ordinata la demolizione

T.A.R. Lazio, Sezione Seconda Quater, 09 aprile 2020 n. 3851

Abusi edilizi

Condono? In pendenza non può essere ordinata la demolizione

T.A.R. Lazio, Sez. Seconda Bis, 10 marzo 2020 n. 3886

Abusi edilizi

Proprietario non responsabile: non può subire l'acquisizione al patrimonio comunale

T.A.R. Campania, Napoli, Sez. 1, 09 gennaio 2020 n. 110

Abusi edilizi

Tettoie e zone d'ombra in area paesaggistica: non richiedono il permesso di costruire

T.A.R. Puglia, Bari, Sez. 3, 12 dicembre 2019 n. 1648

Abusi edilizi

Abuso. L'ordine di demolizione deve tener conto del tempo e dell'inerzia della P.A.

Consiglio di Stato, Sez. VI, n. 6983 dell'11.12.2018

Abusi edilizi

Tettoia in legno sul terrazzo: non serve il permesso di costruire

Consiglio di Stato, Sez. VI, 31 luglio 2017 n. 3819

Abusi edilizi

Tettoia: può anche non necessitare del permesso

Consiglio di Stato, Sez. VI, 07 maggio 2018 n. 2715

Abusi edilizi

Demolizione + sanzione pecuniaria: illegittimità

T.A.R. Lazio, Sez. II Bis, n. 1652/2018

Abusi edilizi

Reato paesaggistico: dopo quanto tempo si prescrive?

Corte di Cassazione, Sez. III, 11 luglio 2018 n. 31441

Abusi edilizi

Inottemperanza ad ordine di demolizione. Non basta il verbale di accertamento

T.A.R. Campania, Napoli, Sez. VIII, 4 aprile 2018 n. 2193

Abusi edilizi

Centro storico. Illegittimo sanzionare con la demolizione oltre alla sanzione pecuniaria

T.A.R. Lazio, Sez. II Bis, 26.03.2018 n. 3381

Abusi edilizi

Pergotenda e/o tendostruttura. E' attività edilizia libera

T.A.R. Lazio, Sez. II Bis, 05.02.2018 n. 1382

Abusi edilizi

Abuso e acquisizione al patrimonio: il Comune non può eccedere

T.A.R. Lazio, Sez. II Bis, 31 gennaio 2018 n. 1136

Abusi edilizi

Istanza di sanatoria: fa perdere efficacia all'ordine di demolizione

T.A.R. Puglia, Bari, 01.02.2018 n. 125

Abusi edilizi

Istanza di sanatoria in pendenza di condono?

T.A.R. Campania, Sez. VIII, 18.01.2018 n. 393

Abusi edilizi

Proprietario non responsabile e non committente

Corte di Cassazione, Sez. II, 16.09.2016 n. 38492

Abusi edilizi

Assenza D.I.A./S.C.I.A.:l'unica sanzione è quella pecuniaria

Consiglio di Stato, Sez. VI, 4.01.2016 n. 10

Abusi edilizi

La pergotenda è un elemento di arredo e non necessita del permesso di costruire

Consiglio di Stato, Sez. VI, 27.04.2016 n. 1619