Tribunale di Roma, 07 gennaio 2016 n. 104

Categoria: Condominio

Laddove il resoconto contabile, soprattutto di natura consuntiva, presenti risultanze che, quanto ai relativi profili di chiarezza ed intelligibilità, non appaiono idonee a rendere una realistica e veritiera rappresentazione dell’amministrazione dell’ente condominiale, il pertinente deliberato assembleare, quand’anche sorretto da valido quorum approvativo, deve ritenersi affetto da invalidità e va quindi annullato.

Con questo principio il Tribunale di Roma ha annullato una delibera assembleare che aveva approvato il bilancio consuntivo della gestione condominiale, facendo leva, come detto, sull’inverosimiglianza dei calcoli ivi rintracciabili.

Precisa il giudice romano che il bilancio del condominio, sebbene contenutisticamente improntato ad una maggiore snellezza rispetto a quello delle società commerciali, deve essere rispettoso dei principi di verità e intellegibilità, attesa la funzione, da esso ontologicamente assolta, di fornire ai componenti la comunione edilizia condominiale un efficace quadro prospettico dell’andamento economico dell'attività di governo dei beni e servizi predisposti e gestiti nell'interesse di tale collettività ristretta, sì da consentire la verifica della correttezza dell’andamento gestionale e del corrispondente operato del soggetto ad esso preposto.

Laddove, pertanto, nella sua elaborazione venga fatto utilizzo di tecniche di redazione non corrispondenti a quelle proprie del campo ragionieristico, non può, tuttavia, prescindersi dalla sussistenza di requisiti minimi di contenuto tali da poter soddisfare tale inderogabile esigenza di oggettiva comprensibilità, e ciò a pena di invalidità del relativo deliberato approvativo che, laddove convalidasse un documento contabile carente dei detti caratteri, si porrebbe in sostanziale violazione delle prescrizioni dell'art. 1135 c.c. il quale, nel delineare le competenze dell’organo assembleare, implicitamente presuppone che le delibere, attraverso cui fazione di amministrazione trova esplicazione, costituiscano uno specchio fedele dell'effettivo andamento gestionale.

Nel caso trattato, in particolare, sono risultate illuminanti le conclusioni della C.T.U. contabile espletata in corso di causa, la quale, dopo aver analizzato partitamente tutte le contestazioni ai bilanci sollevate da parte attrice, ha concluso per la sussistenza all’interno degli stessi di errori contabili e di una conseguente errata ripartizione delle spese ivi rendicontate.

Errori, dunque, che rendono invalida ed annullabile la delibera approvativa.


Altri risultati nella categoria Condominio

Condominio

Telecamera in condominio: può riprendere anche pianerottolo e scale

Corte di Cassazione, Sez. V, 12 luglio 2017 n. 34151

Condominio

Documentazione contabile: l'amministratore deve sempre metterla a disposizione

Corte di Cassazione, Sez. VI, Ord. 25 giugno 2018 n. 16677

Condominio

Giardino condominiale: è un diritto del condomino accedervi con il cane

Tribunale di Roma, 03 aprile 2017 n. 6659

Condominio

Modifica tabelle millesimali: non serve l'unanimità

Corte di Cassazione, Sez. II, 26 luglio 2018 n. 19838

Condominio

Amministratore. Responsabilità. Inosservanza regolamento. Revoca

Tribunale di Milano, n. 955 del 28.03.2018

Condominio

Estraneo in assemblea. Delibera invalida?

Corte di Cassazione, Sez. II, 30.11.2017 n. 28763

Condominio

Convocazione assembleare: natura e termine di ricezione

Corte di Cassazione, Sez. II, 06.10.2017 n. 23396

Condominio

Decoro e aspetto architettonico. Differenze. Sopraelevazione

Corte di Cassazione, Sez. VI, 25.08.2016 n. 17350

Condominio

Sentenza sfavorevole al Condominio. Il condomino può impugnare da solo

Corte di Cassazione, Sez. II, 16.12.2015 n. 25288

Condominio

Opposizione a decreto ingiuntivo e delibera nulla

Corte di Cassazione, Sez.II, 12.01.2016 n. 305

Condominio

Decoro architettonico: il regolamento può prevedere qualcosa di specifico

Corte di Cassazione, Sez. II, 18.05.2016 n. 10727

Condominio

Lastrico/terrazzo esclusivo e infiltrazioni. Le Sezioni Unite chiariscono

Corte di Cassazione, Sezioni Unite, 10 maggio 2016 n. 9449

Condominio

Parcheggio: l'uso turnario non può essere impedito

Tribunale di Roma, n. 319 del 10 gennaio 2016.

Condominio

Infiltrazioni in condominio da terrazzo/lastrico esclusivo

Corte di Cassazione, SS.UU., 10 maggio 2016 n. 9449

Condominio

Infiltrazioni lastrico solare/terrazzo e spese

Avv. Nicolò Marella - Tribunale di Napoli, 11.01.2016 n. 224

Condominio

Infiltrazioni da terrazza esclusiva: si applica l’art. 1125 e non il 1126

Tribunale di Roma, Sez. VII, 02.01.2015

Condominio

Bilancio inverosimile e poco credibile. La delibera va annullata

Tribunale di Roma, 07 gennaio 2016 n. 104

Condominio

Sentenza sfavorevole contro il condominio? Il singolo condomino può impugnare

Corte di Cassazione, Sez. II, 06.08.2015 n. 16562