T.A.R. Puglia

Categoria: Edilizia


Con un recentissimo arresto i giudici pugliesi tornato a ribadire che la disciplina sulle distanze, come disegnata nei suoi caratteri essenziali dalla normativa contenuta nel codice civile (art. 873) e integrata dalle N.T.A. degli strumenti urbanistici comunali, risponde all’esigenza di prevenire la creazione di intercapedini dannose.

Sicché non può evidentemente trovare applicazione rispetto ad interventi che si sviluppano completamente sotto terra e rispetto ai quali quest’esigenza è elisa in radice, qual è una piscina interrata.

La giurisprudenza si è prevalentemente espressa in tal senso e proprio di recente, la quarta Sezione del Consiglio di Stato ha ribadito che la nozione di costruzione, nell'ambito delle norme che disciplinano le distanze legali, comprende qualsiasi opera non completamente interrata ma che abbia i caratteri della solidità ed immobilizzazione rispetto al suolo.

Negli stessi termini si è espressa da ultimo anche la seconda Sezione della Cassazione civile, precisando che ai fini dell'osservanza delle norme in materia di distanze legali stabilite dagli artt. 873 e ss. c.c. e delle norme dei regolamenti locali integrativi della disciplina codicistica, deve ritenersi costruzione qualsiasi opera non completamente interrata avente i caratteri della solidità, stabilità ed immobilizzazione rispetto al suolo.


Altri risultati nella categoria Edilizia

Edilizia

Piscina? E' una pertinenza

T.A.R. Puglia 2020

Edilizia

Ristrutturazione in zona agricola? Sufficiente la S.C.I.A.

Corte Costituzionale, 20 dicembre 2019 n. 281

Edilizia

Acquisizione al patrimonio comunale? Occorre un autonomo provvedimento

T.A.R. Campania, Napoli, Sez. VIII, 25 novembre 2019 n. 5552

Edilizia

Condono: in pendenza della definizione non può essere ordinata la demolizione

T.A.R. Lazio, SEz. II Bis, 19.11.2019 n. 13277

Edilizia

Illegittimo l'ordine di inibizione della SCIA oltre i 30 giorni

T.A.R. Puglia, Sez. III, 09.01.2019 n. 9

Edilizia

Titolo edilizio: il Comune non può annullarlo dopo i 18 mesi

T.A.R. Campania, Sez. II, 28.01.2019 n. 199

Edilizia

Oneri e costo di costruzione: quando l'ente comunale deve restituirli

T.A.R. Lombardia, Milano, Sez. II, 13 marzo 2018 n. 718

Edilizia

S.C.I.A. e annullamento dopo oltre 30 mesi

T.A.R. Liguria, Genova, Sez. I, 03.10.2016 n. 970

Edilizia

Recinzione in legno o in metallo per delimitare un terreno di proprietà

Avv. Fabiana Cesaretti - Tar Marche, Sez.I, 21 maggio 2016 n. 325

Edilizia

Realizzazione di un campo da calcio: serve il permesso di costruire?

TAR Toscana, 27 ottobre 2015, n. 1458

Edilizia

Installazione di un ascensore esterno: non serve il permesso di costruire

T.A.R. Liguria, Genova, 29 gennaio 2016, n. 97

Edilizia

Ostruzionismo nel rilascio del permesso di costruire: il Comune è tenuto a risarcire il danno

T.A.R. Liguria, Genova, sez. II, 20 novembre 2015, n. 933

Edilizia

Variante in senso proprio: è irrilevante la normativa sfavorevole sopravvenuta

T.A.R. Campania, Napoli, Sez. VIII, 19.02.2015 n. 1154

Edilizia

Lucernari di tipo Velux: per realizzarli è sufficiente la S.C.I.A.

T.A.R. Liguria, Sez. I, 19.09.2015 n.745

Edilizia

Impiego di cemento armato e limiti dei geometri

Consiglio di Stato, Sez. V, 23.02.2015 n. 883