T.A.R. Campania, Sez. II, 28.01.2019 n. 199

Categoria: Edilizia

Con l'attenzionata sentenza i giudici campani fanno corretta applicazione dell'art. 21-nonies L. n. 241/1990, dichiarando l'illegittimità di un provvedimento con cui un Comune aveva annullato d'ufficio un permesso di costruire dopo che fossero decorsi 18 mesi dal suo rilascio.

La novella apportata dall’art. 6, comma 1, lett. d), n. 1), L. 7 agosto 2015, n. 124, ha costituito un importante presa di posizione da parte del legislatore e una significativa pietra miliare nell’ambito del diritto amministrativo.

L’articolo 21 nonies è stato così modificato “Il provvedimento amministrativo illegittimo ai sensi dell'articolo 21-octies, esclusi i casi di cui al medesimo articolo 21-octies, comma 2, può essere annullato d'ufficio, sussistendone le ragioni di interesse pubblico, entro un termine ragionevole, comunque non superiore a diciotto mesi dal momento dell'adozione dei provvedimenti di autorizzazione o di attribuzione di vantaggi economici, inclusi i casi in cui il provvedimento si sia formato ai sensi dell'articolo 20, e tenendo conto degli interessi dei destinatari e dei controinteressati, dall'organo che lo ha emanato, ovvero da altro organo previsto dalla legge. Rimangono ferme le responsabilità connesse all'adozione e al mancato annullamento del provvedimento illegittimo”.

Si è dunque previsto un termine comunque non superiore a diciotto mesi, entro cui il provvedimento può essere annullato in autotutela.

Esso deve considerarsi come un astratto e generale termine ne ultra quem, decorso il quale non potrà più essere legittimamente esercitato il potere di ritiro per vizi di legittimità (cfr. Consiglio di Stato, Sez. V, 27.06.2018, n. 3940; T.A.R. Lombardia – Brescia, Sez. I, 15-01-2018, n. 32; T.A.R. Campania – Napoli, Sez. III, 13-04-2018, n. 2468; TAR Sardegna, 9 agosto 2016, n. 678).


Altri risultati nella categoria Edilizia

Edilizia

Illegittimo l'ordine di inibizione della SCIA oltre i 30 giorni

T.A.R. Puglia, Sez. III, 09.01.2019 n. 9

Edilizia

Titolo edilizio: il Comune non può annullarlo dopo i 18 mesi

T.A.R. Campania, Sez. II, 28.01.2019 n. 199

Edilizia

Oneri e costo di costruzione: quando l'ente comunale deve restituirli

T.A.R. Lombardia, Milano, Sez. II, 13 marzo 2018 n. 718

Edilizia

S.C.I.A. e annullamento dopo oltre 30 mesi

T.A.R. Liguria, Genova, Sez. I, 03.10.2016 n. 970

Edilizia

Recinzione in legno o in metallo per delimitare un terreno di proprietà

Avv. Fabiana Cesaretti - Tar Marche, Sez.I, 21 maggio 2016 n. 325

Edilizia

Realizzazione di un campo da calcio: serve il permesso di costruire?

TAR Toscana, 27 ottobre 2015, n. 1458

Edilizia

Installazione di un ascensore esterno: non serve il permesso di costruire

T.A.R. Liguria, Genova, 29 gennaio 2016, n. 97

Edilizia

Ostruzionismo nel rilascio del permesso di costruire: il Comune è tenuto a risarcire il danno

T.A.R. Liguria, Genova, sez. II, 20 novembre 2015, n. 933

Edilizia

Variante in senso proprio: è irrilevante la normativa sfavorevole sopravvenuta

T.A.R. Campania, Napoli, Sez. VIII, 19.02.2015 n. 1154

Edilizia

Lucernari di tipo Velux: per realizzarli è sufficiente la S.C.I.A.

T.A.R. Liguria, Sez. I, 19.09.2015 n.745

Edilizia

Impiego di cemento armato e limiti dei geometri

Consiglio di Stato, Sez. V, 23.02.2015 n. 883

Edilizia

Per annullare un titolo edilizio il Comune deve motivare approfonditamente

T.A.R. Puglia, Sez. Terza, 14.01.2015 n. 47

Edilizia

Volete accedere agli atti relativi ai lavori del vicino? Ne avete diritto.

T.A.R. Marche, Sez. I, 07.11.2014 n. 923

Edilizia

Annullamento d'ufficio del permesso di costruire e ragioni di interesse pubblico

T.A.R. Sardegna, Sez. II, 29 maggio 2014, n. 386

Edilizia

Annullamento d'ufficio dopo anni: la P.A. deve motivare adeguatamente

T.A.R. Campania, Napoli, Sezione VIII, 2 luglio 2014 n. 3608