Tribunale di Caltanissetta 08 ottobre 2019

Categoria: Famiglia

Roma, 30 gennaio 2020

Il Tribunale siciliano offre lo spunto per approfondire una tematica quanto più attuale, ovverosia il rapporto tra minori e social network da un lato e ruolo dei genitori dall'altro.

Per il Tribunale di Caltanissetta è compito dei genitori vigilare ed educare i propri figli a utilizzare correttamente WhatsApp e in genere i mezzi tecnologici affinché non siano dannosi per loro o terzi.

Nel caso di specie veniva aperto un procedimento nei confronti di un minore che, per motivi abbietti e futili, profittando di circostanze di tempo, di luogo e di persona tali da ostacolare la privata difesa, con condotte reiterate e utilizzando il sistema di messaggistica istantaneo Whatsapp, molestava una coetanea, tanto da cagionare alla stessa un duraturo e grave stato di ansia e di paura, che l'ha costretta a cambiare le proprie abitudini di vita, per il timore fondato di vedere compromessa la propria incolumità propria e dei propri cari.

Al riguardo il Tribunale precisa che gli obblighi inerenti la responsabilità genitoriale impongono non solo il dovere di impartire al minore una adeguata educazione all'utilizzo dei mezzi di comunicazione ma anche di compiere un'attività vigilanza sul minore per quanto concerne il suddetto utilizzo; l'educazione si pone, infatti, in funzione strumentale rispetto alla tutela dei minori al fine di prevenire che questi ultimi siano vittime dell'abuso di internet da parte di terzi ma anche ad evitare che i minori cagionino danni a terzi o a sé stessi mediante gli strumenti di comunicazione telematica.

Conclude il Tribunale nel senso che, fatti come quelli commessi dal minore nel caso di specie, sono indice di una scarsa educazione e vigilanza da parte dei genitori; il dovere di vigilanza dei genitori deve sostanziarsi in una limitazione sia quantitativa che qualitativa di quell'accesso, al fine di evitare che quel potente mezzo fortemente relazionale e divulgativo possa essere utilizzato in modo non adeguato da parte dei minori.

Avv. Nicolò Marella


Altri risultati nella categoria Famiglia

Famiglia

Minori e Whatsapp? Devono controllare i genitori

Tribunale di Caltanissetta 08 ottobre 2019

Famiglia

Mancata assistenza economica al figlio - Non é reato se saltuaria

Corte di Cassazione, Sez. VI penale, 28 agosto 2012 n. 33319

Famiglia

Assegno di mantenimento per i figli - Revisione - Effettività solo dalla modifica

Corte di Cassazione, Sez. I, 11 luglio 2012 n. 11648

Famiglia

Dichiarazione giudiziale di paternità - Rifiuto di sottoporsi ad esame ematologico

Corte di Cassazione, Sez. I, 24 luglio 2012 n. 12971

Famiglia

Fecondazione eterologa - Divieto italiano - Legittimità in relazione alla normativa europea

Tribunale di Salerno, Sez. I, Ordinanza 10 luglio 2012

Famiglia

Il coniuge separato, assegnatario della casa, non può opporsi all'esecuzione creditoria

Corte di Cassazione, Sez. III, 19 luglio 2012 n. 12466

Famiglia

Separazione - Assegno di mantenimento - Elargizioni dei familiari all'obbligato - Irrilevanza

Corte di Cassazione, Sez. I, 21 giugno 2012 n. 10380

Famiglia

Convivenza - Compossesso dell'immobile da parte del convivente non proprietario - Mero detentore

Corte di Cassazione, Sez. II, 14 giugno 2012 n. 9786

Famiglia

Separazione e divorzio - Anche i figli maggiorenni possono intervenire nel processo

Corte di Cassazione, Sez. I, 19 marzo 2012 n. 4296

Famiglia

Donazione - Revocazione per sopravvenienza figli - Adozione di maggiore di età - Ammissibilità - Esclusione

Donazione - Revoca - Non revocabile l’atto per sopravvenienza di figli se il donante adotta una persona maggiorenne

Famiglia

Adozione - Sì se nonna e zia sono inadeguate

Corte di Cassazione, Sez. I, 13 aprile 2012 n. 5883

Famiglia

Mantenimento del figlio - Va sempre motivato il decreto che lo conferma

Corte di Cassazione, Sez. I, 17 maggio 2012 n. 7771

Famiglia

Promessa di matrimonio - Rottura - Danni non patrimoniali - Insussistenza

Corte di Cassazione, Sez. VI, 02 gennaio 2012 n. 9

Famiglia

Maltrattamenti in famiglia - Vessazione continuata - Aggressioni verbali - Sussistenza del reato

Corte di Cassazione Penale, Sez. II, 20 settembre 2011 n. 41011

Famiglia

Privazione figura genitoriale - Risarcimento danno morale - Sussistenza

Tribunale di Roma, Sez. I, 27 ottobre 2011