T.A.R. Lombardia, Brescia, Sez. I, 16 gennaio 2012 n. 56

Categoria: Urbanistica

Utile e rapida la massima in commento, attraverso la quale il T.A.R. lombardo pone l'attenzione dell'interprete sul dies a quo del termine per impugnare uno strumento urbanistico generale.
In rapida lettura i giudici amministrativi enunciano il principio per il quale, a differenza di quanto accade per l'impugnativa dell'approvazione, il termine per impugnare l'adozione di uno strumento urbanistico generale decorre non già dalla data di pubblicazione degli atti relativi, ma dalla effettiva conoscenza degli stessi.
Nella specie il T.A.R. ha analizzato l'illegittimità di due distinte delibere di adozione e successiva approvazione del piano di governo del territorio di un Comune della Provincia di Brescia.
Attraverso tali atti amministrativi l'amministrazione comunale aveva provveduto a modificare il regime urbanistico dei suoli di proprietà della ricorrente, determinandone una sensibile riduzione della capacità edificatoria.
Del pari importante è il successivo approfondimento operato dai giudici amministrativi relativo all'impossibilità di censurare previsioni di piano che non abbiano alcun effettivo e concreto rilievo per i beni del ricorrente, con conseguente insussistenza, in capo a quest'ultimo, di una concreta utilità ritraibile dall'eventuale accoglimento dell'iniziativa giudiziale.
In caso contrario si consentirebbe al quisque de populo l'impugnazione di un atto pianificatorio e, pertanto, si verrebbe a legittimare una vera e propria azione popolare.


Altri risultati nella categoria Urbanistica

Urbanistica

Oneri di urbanizzazione e criterio differenziale

T.A.R. Sicilia, Catania, Sez. II, 09 luglio 2018 n. 1475

Urbanistica

Ascensore e volumi tecnico: esclusi dal computo della volumetria

T.A.R Puglia, Lecce, Sez. I, 13.02.2018 n. 249

Urbanistica

Vincoli conformativi e vincoli preordinati all'esproprio

Consiglio di Stato, Sez. IV, 06.10.2014 n. 4976

Urbanistica

Vincoli conformativi e vincoli espropriativi

Corte di Cassazione, Sez. VI, 5 settembre 2013, n. 20457

Urbanistica

Pianificazione urbanistica e potere ampiamente discrezionale della P.A.

Consiglio Stato, Sez. IV, 24 aprile 2009 n. 2630

Urbanistica

Espropriazione p.u. l'istanza risarcitoria non ha effetti abdicativi

TAR Lazio, Sez. II, 06.11.2012 n. 9052

Urbanistica

Prova del mutamento di destinazione d'uso nel condono edilizio

Consiglio di Stato, Sez. IV, n. 414, del 23 gennaio 2013

Urbanistica

Accesso atti accertativi in materia urbanistica - edilizia

Cons. Stato, sez. VI, n. 547 del 29.01.2013

Urbanistica

Conformazione dei suoli e finalità economico-sociali

Consiglio di Stato, Sez. IV, 10 maggio 2012, n. 2710

Urbanistica

Variante urbanistica e motivazione

Consiglio di Stato, Sez. IV, 26.10.2012, n. 5492

Urbanistica

Occupazione usurpativa - Obbligo risarcitorio della P.A. - Illegittimità delle limitazioni

Corte di Cassazione, Sez. I, 23 agosto 2012 n. 14609

Urbanistica

Verde privato - Vincolo - Impugnazione anche dello strumento di pianificazione generale

Consiglio di Stato, Sez. IV, 18 maggio 2012 n. 2919

Urbanistica

Zona agricola - Interventi ammessi - Casistica

T.A.R. Puglia, Lecce, Sez. III, 16 dicembre 2011 n. 2214

Urbanistica

Vincolo espropriativo e conformativo - Differenze

Consiglio di Stato, Sez. IV, 27 dicembre 2011 n. 6874

Urbanistica

Rifiuto della concessione in sanatoria - Art. 36 d.P.R. n. 380/2001 - Motivazione specifica

T.A.R. Sardegna, Sez. II, 25 novembre 2011 n. 1132