Approfondimento dello Studio Legale

Categoria: Diritto amministrativo

Premessa

Nel momento in cui si parla di demanio (necessario) si vuole far riferimento a quei beni che non possono essere alienati, pignorati o, comunque, oggetto di rapporti giuridici in capo a soggetti diversi dallo Stato.

Ora, in termini precipuamente normativi, non é sufficiente procedere con lo studio del codice civile, dovendosi approfondire anche i profili costituzionali (artt. 2, 9 e 42 Cost.).

Tipologie

I beni demaniali marittimi sono individuati dal legislatore in termini di proprietà pubblica ed assistiti da garanzie di inalienabilità (art. 823 c.c.), imprescrittibilità (art. 1145 c.c.), impignorabilità, non espropriabilità e non sottraibilità alla loro destinazione.

In tal senso, la P.A. non ha alcun potere discrezionale in materia, dovendosi limitare ad accertarne in concreto l'appartenenza, posto che è la legge stessa ad individuarne tassativamente le tipologie.

In buona sostanza, ai sensi dell'art. 822 c.c., sono beni demaniali marittimi:

1) il lido del mare;

2) la spiaggia;

3) le rade;

4) i porti.

Il mare

Dalla lettura della lista che precede si manifesta l'assenza del mare territoriale, il quale si estende per dodici miglia marine dalla costa.

Invero non trattasi di una dimenticanza, atteso che il codice aderisce all'opinione della dottrina e della giurisprudenza, secondo la quale "il mare é, come l'aria, una res compunsi omnium, nel senso che tutti possono servirsene per i loro bisogni, ma non una cosa spettante in comunione a tutti; esso, anche quello territoriale, é libero a tutti, ma, pur non rientrando tra i beni demaniali, é soggetto alla sovranità dello Stato" (Cass. 2 marzo 1944).

Profili giurisdizionali

L'accertamento della demanialità di un bene rientra nella giurisdizione del giudice ordinario.

Ciò si riscontra anca nell'eventualità in cui la capitaneria di porto dovesse ingiungere al privato la remissione in pristino della zona occupata, atteso che il provvedimento incide su di una situazione qualificabile come diritto soggettivo (proprietà).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

(* P/C/R/G/E/11-12('11)/277)


Altri risultati nella categoria Diritto amministrativo

Diritto amministrativo

Interventi non soggetti a N.O. paesaggistico. D.P.R. n. 31/2017

Roma, 15 aprile 2018

Diritto amministrativo

La S.C.I.A. e il limite dei 18 mesi per l'autotutela

Parere Consiglio di Stato n. 839 del 30.03.2016

Diritto amministrativo

Le attuali caratteristiche della S.C.I.A.

Parere Consiglio di Stato n. 839 del 30.03.2016

Diritto amministrativo

Danno da ritardo e risarcibilità

Diritto amministrativo

Il nuovo codice di comportamento dei dipendenti pubblici

d.P.R. 16 aprile 2013 n. 62

Diritto amministrativo

Focus: beni demaniali marittimi