Corte di Cassazione, Sez. III, 21 settembre 2012 n. 16068

Categoria: Locazione

Con la sentenza in rassegna la Corte ribadisce l'indirizzo unitario secondo il quale, in assenza di qualsiasi prescrizione normativa che richieda una forma particolare, le parti, nell'esplicazione della loro autonomia contrattuale, sono libere di stabilire, a loro scelta, le modalità attuative della richiesta, prescritta dall'art. 32 della legge n. 392/1978 - nel testo modificato dall'art. 1, comma 9 sexies della legge 118/1985 - per ottenere l'aumento del canone in dipendenza delle variazioni dell'indice ISTAT. Pertanto tale richiesta può essere validamente formulata non solo verbalmente, ma anche implicitamente o per facta concludentia (cfr Cass. n. 9351/92, Cass. 7982/1994, Cass. n. 14655/02, Cass. n. 15034/2004, Cass. n. 25645/2010).
Ora, poiché tale richiesta può essere validamente formulata come indicato, l'invio di una fattura, in cui sia indicato un canone maggiore rispetto all'ultimo pagato, inglobante un aumento corrispondente al 75% delle variazioni, accertate dall'Istat, dell'indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e di impiegati o comunque corrispondente a quello minore, eventualmente convenuto, non solo consente al conduttore di comprendere in maniera chiara ed univoca la volontà del locatore di ricevere il maggior canone comprensivo dell'aggiornamento Istat, nel frattempo maturato, ma gli permette, altresì, di desumere previa comparazione con il minor canone precedentemente pagato la misura della percentuale di aggiornamento applicato, così da compiere la necessaria verifica in merito alla legittimità della richiesta medesima.
Con la conseguenza che, ferma restando la facoltà del conduttore di richiedere al locatore i necessari chiarimenti, formulando ove del caso le opportune contestazioni, la richiesta, diretta a conseguire l'aggiornamento Istat, contenuta nella fattura inviata al conduttore, può ritenersi idonea e funzionale al raggiungimento dello scopo propostosi.
Considerato che la sentenza impugnata non si è uniformata al suddetto principio,il ricorso per cassazione in esame deve essere pertanto accolto e la sentenza impugnata, che ha fatto riferimento, in modo non corretto, ad una regula iuris diversa, deve essere cassata.

Avv. Nicolò Marella


Altri risultati nella categoria Locazione

Locazione

Si può stabilire che le spese siano tutte a carico del conduttore o del locatore?

Corte di Cassazione, Sezione III, 27 marzo 2020

Locazione

Locazione: la registrazione tardiva sana la nullità

Corte di Cassazione, Sez. 3, 20 dicembre 2019 n. 34156

Locazione

Contratto di locazione registrato tardivamente? La registrazione lo salva per intero

Corte di Cassazione, Sezioni Unite, 09.10.2017 n. 23601

Locazione

Canone in nero: l'accordo scritto è comunque nullo

Corte di Cassazione, Sezioni Unite, 09.10.2017 n. 23601

Locazione

Canone superiore a quello risultante dal contratto. La clausola è nulla

Corte di Cassazione, SS.UU. 17.09.2015 nn. 18213/18214

Locazione

Ristrutturazioni edilizie: anche il conduttore può detrarre l’IVA

Corte di Cassazione, Sez. Trib., 27.03.2015 n. 6200

Locazione

Locazione commerciale: il pagamento banco iudicis non salva dalla risoluzione

Corte di Cassazione, Sez. III, 09 dicembre 2014 n. 25853

Locazione

Danno da ritardato rilascio dell'immobile: come provarlo

Corte di Cassazione, Sez. III, 22.10.2014 n. 22352

Locazione

Immissioni del terzo: vizi della cosa locata?

Corte di Cassazione, Sez. III, 04.11.2014 n. 23447

Locazione

Contratto di locazione verbale: è nullo e il conduttore è semplice possessore

Tribunale di Roma, Sez. VI, 1 ottobre 2014

Locazione

Contratto scaduto? Il conduttore è detentore qualificato o occupante senza titolo?

Corte di Cassazione, Sez. II, 1 settembre 2014 n. 18486

Locazione

In caso di più locatori, l'intimazione di sfratto può esser attivata da uno solo?

Corte di Cassazione, Sez. II, 17 settembre 2013, n. 21153

Locazione

Ritardata restituzione dell'immobile? Il risarcimento non è automatico

Corte di Cassazione, Sez. III civile, 14.01.2014 n. 530

Locazione

Locazioni - Restituzione dell’immobile locato – Gravi danni.

Corte di Cassazione Sezione III Civile Sentenza n.12977 del 2013

Locazione

Adeguamento ISTAT - Legittimo l'invio del locatore di fattura aggiornata

Corte di Cassazione, Sez. III, 21 settembre 2012 n. 16068

Locazione

Impugnazione delibera di modifica tabelle millesimali - Contraddittorio

Corte di Cassazione, Sez. II, 11 luglio 2012 n. 11757

Locazione

Locazione - Inadempienze reciproche - Risoluzione del contratto

Tribunale di Roma, Sez. VI, 5 aprile 2012 n. 7826