Corte di Cassazione, Sez. II, 11 luglio 2012 n. 11757

Categoria: Locazione

Secondo la pronuncia in esami é vero che la domanda giudiziale di un condomino, volta all'accertamento della invalidità o della inefficacia della tabella millesimale, deve essere necessariamente proposta nei confronti di tutti gli altri condomini, senza che possa ritenersi passivamente legittimato l'amministratore del condominio, la cui rappresentanza processuale passiva è sempre limitata alle azioni relative alle parti comuni dell'edificio, ossia ai rapporti giuridici scaturenti dall'esistenza di parti comuni, e non anche estensibile alle questioni che, in quanto attinenti all'accertamento dei valori millesimali delle quote di proprietà singola, incidono su obblighi esclusivi dei singoli condomini.
Ma l'impugnazione della tabella è cosa diversa dalla impugnazione della delibera che modifica la tabella.
L'impugnazione della delibera, infatti, non trae fondamento dall'errore iniziale o dalla sopravvenuta sproporzione dei valori del prospetto, ma dai vizi concernenti l'atto e la sua formazione.
Precisato che la domanda giudiziale diretta ad impugnare la tabella millesimale configura una azione diversa rispetto alla domanda concernente l'impugnazione della delibera assembleare che modifica la tabella, diversa nelle due ipotesi è anche la legittimazione passiva.
Come già affermato dalla Corte (Sez. 2, 15 aprile 1994, n. 3542), l'impugnazione della delibera che modifica la tabella va infatti proposta contro l'amministratore del condominio, perchè questi è sempre legittimato a resistere contro l'impugnazione delle deliberazioni assunte dall'assemblea.


Altri risultati nella categoria Locazione

Locazione

Si può stabilire che le spese siano tutte a carico del conduttore o del locatore?

Corte di Cassazione, Sezione III, 27 marzo 2020

Locazione

Locazione: la registrazione tardiva sana la nullità

Corte di Cassazione, Sez. 3, 20 dicembre 2019 n. 34156

Locazione

Contratto di locazione registrato tardivamente? La registrazione lo salva per intero

Corte di Cassazione, Sezioni Unite, 09.10.2017 n. 23601

Locazione

Canone in nero: l'accordo scritto è comunque nullo

Corte di Cassazione, Sezioni Unite, 09.10.2017 n. 23601

Locazione

Canone superiore a quello risultante dal contratto. La clausola è nulla

Corte di Cassazione, SS.UU. 17.09.2015 nn. 18213/18214

Locazione

Ristrutturazioni edilizie: anche il conduttore può detrarre l’IVA

Corte di Cassazione, Sez. Trib., 27.03.2015 n. 6200

Locazione

Locazione commerciale: il pagamento banco iudicis non salva dalla risoluzione

Corte di Cassazione, Sez. III, 09 dicembre 2014 n. 25853

Locazione

Danno da ritardato rilascio dell'immobile: come provarlo

Corte di Cassazione, Sez. III, 22.10.2014 n. 22352

Locazione

Immissioni del terzo: vizi della cosa locata?

Corte di Cassazione, Sez. III, 04.11.2014 n. 23447

Locazione

Contratto di locazione verbale: è nullo e il conduttore è semplice possessore

Tribunale di Roma, Sez. VI, 1 ottobre 2014

Locazione

Contratto scaduto? Il conduttore è detentore qualificato o occupante senza titolo?

Corte di Cassazione, Sez. II, 1 settembre 2014 n. 18486

Locazione

In caso di più locatori, l'intimazione di sfratto può esser attivata da uno solo?

Corte di Cassazione, Sez. II, 17 settembre 2013, n. 21153

Locazione

Ritardata restituzione dell'immobile? Il risarcimento non è automatico

Corte di Cassazione, Sez. III civile, 14.01.2014 n. 530

Locazione

Locazioni - Restituzione dell’immobile locato – Gravi danni.

Corte di Cassazione Sezione III Civile Sentenza n.12977 del 2013

Locazione

Adeguamento ISTAT - Legittimo l'invio del locatore di fattura aggiornata

Corte di Cassazione, Sez. III, 21 settembre 2012 n. 16068

Locazione

Impugnazione delibera di modifica tabelle millesimali - Contraddittorio

Corte di Cassazione, Sez. II, 11 luglio 2012 n. 11757

Locazione

Locazione - Inadempienze reciproche - Risoluzione del contratto

Tribunale di Roma, Sez. VI, 5 aprile 2012 n. 7826